Trovato vivo nelle favelas l’italiano che confessò di non tifare Ferrari

Ritrovato in una favela di Rio de Janeiro l’italiano che disse agli amici di non tifare per la Ferrari. Il blitz questa notte della polizia brasiliana

La Farnesina ha confermato il ritrovamento del 28enne italiano, originario di Napoli, scomparso 5 mesi fa. Il giovane, nel novembre dello scorso anno, aveva confessato agli amici di non aver mai supportato la Scuderia Ferrari. Da lì a pochi giorni, la misteriosa scomparsa.

Numerose le piste seguite, ma la migliore resta quella di Monza. La più accreditata, fino a qualche ora fa, era quella di un rapimento da parte di un commando di un Ferrari Club del nord Italia che lo avrebbe sequestrato e tenuto in ostaggio allo scopo di convertirlo. Gli investigatori, nei giorni immediatamente successivi alla scomparsa, avevano anche seguito una pista indicata da due testimoni oculari, che avrebbero visto un ragazzo dalle sembianze corrispondenti a quelle del giovane scomparso, imbarcarsi su un aereo diretto alle Hawaii.

Questa notte però, la svolta decisiva: il blitz della polizia brasiliana nelle favelas di Rio de Janeiro ha portato in salvo il 28enne. E’ stato ritrovato in buone condizioni fisiche e non avrebbe subito particolari violenze, eccetto quella di vedere integralmente tutti i GP di Francia disputati al Paul Ricard e con la telecronaca di Vanzini.
Ancora ignote le cause del suo rapimento, ma gli inquirenti non hanno scartato nessuna ipotesi. Il giovane farà ritorno in Italia nel pomeriggio di domani con un volo privato e sarà accolto con le bandiere del cavallino rampante.

Segui Flop Gear sul tuo social preferito! Ci trovi su Facebook, Instagram, Twitter e Telegram

Mazepin finisce in testacoda e blocca nuovamente il canale di Suez

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*