Allarme in Italia, la notizia preoccupa gli automobilisti: questa non ci voleva

Gli automobilisti italiani hanno appena ricevuto una notizia davvero molto preoccupante: nessuno se l’aspettava.

Gli automobilisti italiani sono sempre all’erta, dato che di tanto in tanto devono purtroppo fare i conti con delle brutte notizie che inevitabilmente vanno a stravolgere i piani. Non è raro, infatti, che vengano introdotte modifiche al Codice della Strada o che ci si ritrovi a dover pagare di più rispetto a prima per qualche adempimento burocratico.

Allarme in Italia, automobilisti preoccupati
Le ultime notizie preoccupano seriamente gli automobilisti italiani – Foto Canva (Flopgear.it)

Un altro aspetto che preoccupa sempre parecchio i proprietari di auto è senza dubbio il prezzo della benzina. Per buona parte del 2023 gli automobilisti italiani hanno provato a reggere l’urto dei continui rincari relativi al costo dei carburanti. Tra agosto e settembre i rialzi costanti avevano portato il prezzo della benzina sopra i 2 euro al litro: una situazione che stava letteralmente mettendo in ginocchio i conducenti.

Per fortuna da settembre in poi il prezzo di benzina e diesel è andato progressivamente scendendo. Il trend al ribasso è durato praticamente fino a Natale: in tanti speravano che con l’anno nuovo venisse confermata questa discesa, ma la realtà sembra essere ben diversa. Come riportato anche dal sito Moto.it, infatti, negli ultimi giorni i prezzi medi dei carburanti sono tornati a salire, anche se di poco. Basta recarsi presso una qualsiasi stazione di servizio per rendersi conto del leggero aumento sul costo della benzina, specialmente in modalità self service.

Allarme in Italia, prezzi in rialzo: i dati sono preoccupanti

Molto probabilmente la causa di questi nuovi rialzi è da ricercare in ciò che sta accadendo in Medio Oriente, con i bombardamenti sempre più cruenti a Gaza e le rappresaglie contro gli Houthi – le forze armate sciite dello Yemen accusate di attacchi alle navi mercantili nel Mar Rosso – da parte di USA e Inghilterra.

La notizia sconvolge gli automobilisti: benzina più cara
Il prezzo della benzina è in aumento: tutti i dati – Foto Canva (Flopgear.it)

Dando uno sguardo ai dati forniti dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit si può notare facilmente come il costo della benzina sia cresciuto rispetto a qualche settimana fa. Attualmente il prezzo medio della benzina self-service è di 1,778 euro al litro, mentre nella rilevazione precedente si fermava a 1,775 euro al litro.

In base alle diverse compagnie il prezzo può oscillare da 1,764 a 1,790 euro al litro: per i distributori senza marchio il prezzo medio è di 1,769 euro al litro. E per quanto riguarda il prezzo della benzina servita? Anche in questo caso si registra un leggero aumento del prezzo: rispetto all’ultima rilevazione il costo è passato da 1,916 a 1,917 euro al litro. Incrementi minimi ma che fanno comunque temere una nuova stagione di forti aumenti.

Impostazioni privacy