Assicurazione auto troppo cara: la soluzione per risparmiare arriva da Napoli, lo stanno facendo tutti

L’assicurazione auto è fondamentale, ma per molte persone risulta essere decisamente troppo cara: la soluzione è incredibile.

L’assicurazione auto è fondamentale. Per potere guidare l’auto a norma di legge è indispensabile avere una polizza che tuteli noi stessi e gli altri utenti della strada.

rc auto napoli targa polacca
RC Auto (flopgear.it – Canva)

Piaccia o meno, è sicuramente indispensabile per la sicurezza. Anche se c’è da dire che negli ultimi anni le aziende di polizza non sono per niente venute incontro ai cittadini italiani. In Italia, infatti, le assicurazioni sono aumentate del 105% in due anni.

Numeri impietosi e che davvero mettono alla stregua qualunque automobilista. Inevitabilmente, queste statistiche hanno portato tantissime persone a cercare alternative per risparmiare più soldi possibili. La ‘soluzione’ trovata in quel di Napoli per risparmiare, però, ha quantomeno dell’incredibile: scopriamo di cosa si tratta.

Assicurazione auto, a Napoli risparmiano così: incredibile ma vero

Immatricolare l’auto con una targa straniera. Questo è quel che stanno facendo a Napoli per pagare meno l’assicurazione. Farwest, programma Rai, ha realizzato un servizio a riguardo, specificando che “A Napoli i veicoli girano con immatricolazione polacca”. In Italia, su 53.000 vetture con targhe straniere, quelle presenti all’interno della città campana sono 35.000. Questo trend, comunque, può essere spiegato con alcuni numeri che risultano essere effettivamente mortificanti: Napoli è la seconda città italiana – dopo Prato – dal punto di vista dei costi dell’assicurazione.

rc auto napoli targa polacca
Assicurazione auto, a Napoli la ‘soluzione’ (flopgear.it – Canva)

Nel capoluogo campano, un’assicurazione costa in media il 64% in più rispetto al resto d’Italia. E così, molti cittadini, per abbattere i gravosi costi dell’RC Auto hanno deciso di utilizzare una targa polacca. Come spiegato alla giornalista che ha realizzato il servizio, invece di fare il passaggio di proprietà si fa la demolizione con esportazione in Polonia. Con quel foglio, poi, viene fatta la pratica per le targhe polacche e arrivano così facendo tutti i documenti a destinazione. E’ come se il veicolo smettesse di esistere in Italia e diventasse… Polacco. Bisogna dire, però, che non è esattamente una pratica da consigliare.

Non solo per l’illegalità dell’operazione, ma anche perché non si finisce in mani sicure e protette. A spiegarlo ci ha pensato Salvatore Vitigliano, broker assicurativo che non ha usato mezzi termini: “Se quella società va in disgrazia, tu quel mezzo che hai assicurato in quel modo l’hai perso”. Secondo Vitigliano, poi, il problema ancora più importante è che la maggior parte di queste targhe non sono in regola. Se per esempio un motociclista o un automobilista subisce un danno, possono passare mesi o anni per far sì che riceva un risarcimento. Il broker ha concluso dicendo che “chi fa queste pratiche è poco affidabile”.

Impostazioni privacy