Attenti alla ZTL, multe fino a 10 mila euro: basta un piccolo errore e si piangono lacrime amare

Le ZTL sono sempre più numerose nei centri urbani italiani: attraversarli senza autorizzazione può costare carissimo

Le nostre città, soprattutto le grandi metropoli, sono sempre più “invase” dalle ZTL. Aree dove la limitazione veicolare è limitata o addirittura vietata alle autovetture ed ai ciclomotori ad eccezione di alcune categorie. In genere le forze dell’ordine, i taxi così come il trasporto pubblico e veicoli con a bordo disabili.

ZTL multe 10mila euro
ZTL, multe fino a 10mila euro (Ansa Foto) – Flopgear

Veicoli che hanno anche pass speciali per l’attraversamento senza che poi scatti la contravvenzione. Per tutti gli altri, invece, pronta la stangata non appena la telecamera inquadra la targa del veicolo. Come detto, nelle grandi metropoli l’espediente delle ZTL è sempre più utilizzato per decongestionare alcune aree – specialmente al centro – dal traffico e dalle emissioni di veicoli inquinanti.

E non rispettare queste aree può costare davvero carissimo. Addirittura multe di importi elevatissimi, quanto il costo di una citycar: circa 10mila euro come sta accadendo in una città in particolare della nostra penisola, con i cittadini che stanno ricevendo brutte sorprese nel corso delle ultime settimane.

ZTL, il caso paradossale in una città itaiana: multe pazzesche

La città in questione è Napoli. Sono migliaia i cittadini che recentemente hanno ricevuto cartelle esattoriali con cifre da capogiro per l’attraversamento nelle zone ZTL “Mezzocannone”, “Centro Antico”, Piazza del Gesù” e “Duomo”.

ZTL multe elevatissime
ZTL, multe elevatissime: cosa sta accadendo (Ansa Foto) – Flopgear

Verbali anche di 4-5mila euro ma anche fino a 10mila euro: cifre pazzesche maggiorate da interessi e more che sono aumentati nel corso degli anni. Eh sì perché il riferimento di queste contravvenzioni è del 2020, quando in piena emergenza Covid 19 queste zone diventarono Aree Pedonali.

Fin qui nulla di strano, per così dire. Va però spiegato come tali contravvenzioni già all’epoca dell’amministrazione De Magistris – l’allora sindaco della città partenopea – furono cancellate. E come se non bastasse, come denunciano il presidente della Commissione Trasporti del Comune Nino Simeone ed esponenti di Forza Italia, alcune di queste multe sono state anche già pagate.

Una situazione, insomma, davvero paradossale sul quale è al lavoro il Comune di concerto la società di riscossione tributi e sanzioni, la neonata Obiettivo Valore. Stando a quanto afferma Fanpage, è al via un’analisi attenta con una comunicazione che nei prossimi giorni sarà resa nota alla cittadinanza.

Come se non bastasse, peraltro, lo stesso Simeone, ha ricordato come molti degli automobilisti autorizzati a transitare nella ZTL summenzionata non presentarono istanza di inserimento dati al Servizio competente: De Magistris, intervenendo sulla situazione, riconobbe come legittime le proteste dei cittadini emanando tanto di delibera per l’annullamento delle multe relative al transito in quella ZTL, atto che però non ebbe più seguito.

Ora lo stesso Simeone chiede almeno che i cittadini chiamati a pagare quei verbali siano sgravati dalla maggiorazione dell’importo dovuto ad interessi e more. Insomma la situazione è più ingarbugliata che mai.

Impostazioni privacy