Fiat Panda, il nuovo modello low cost pronto a battere ogni record: e c’è una grande notizia per gli italiani

In arrivo un modello di Fiat Panda che farà impazzire il mercato italiano e battere record di richieste. Anche i costi sono minimi.

La Fiat resta sempre una garanzia per gli automobilisti italiani e per gli appassionati di quattro ruote. Il motivo? La capacità di dare sempre linfa vitale nuova ai propri modelli storici, quelli che hanno avuto maggiore successo tra il grande pubblico e accodandosi alle esigenze del momento.

Nuova Fiat Panda low cost
Fiat Panda, ecco in arrivo il modello che farà impazzire gli italiani (Ansa) – Flopgear.it

Basti pensare ai progressi messi in atto sulla storica Fiat Panda, ovvero la superutilitaria nata nel 1980 e che ha già ottenuto varie ere produttive in passato. Un’auto iconica e perfetta per le strade cittadine, che si è andata a rinnovare di recente, con la presentazione della cosiddetta Pandina, la più tecnologica della serie.

La buona notizia per gli italiani che vogliono affidarsi ancora al modello Panda è che la Fiat, o meglio la holding Stellantis, ha deciso di mantenere la produzione di questa vettura almeno fino al 2029. Dunque nessuno stop negli stabilimenti di Pomigliano D’Arco, bensì un proseguimento delle uscite, con novità importanti in vista.

Fiat Panda in piena produzione: tutte le caratteristiche innovative

La nuova Fiat Panda sarà ancora più innovativa ed in linea con le richieste dell’Unione Europea. In estate verrà presentato il modello 2024, con sembianze B-Suv, che sarà disponibile in versioni elettrica, termica e ibrida. La bella notizia non è solo riguardo la produzione a lungo termine, ma anche sui prezzi decisamente alla portata di tutti.

Nuova Fiat Panda low cost caratteristiche
La Fiat Panda verrà ancora prodotta a Pomigliano d’arco (Ansa) – Flopgear.it

Hanno detto che la Panda ibrida verrà prodotta fino al 2029, ma nello stesso tempo metteranno su mercato una Panda con allestimenti essenziali in Serbia che costerà 15 mila euro“. Queste le dichiarazioni di Gianluca Ficco e Crescenzo Auriemma, responsabili dei sindacati Uilm in Campania, i quali hanno espresso la loro soddisfazione per la produzione a lungo raggio a Pomigliano, anche se l’uscita della nuova Panda termica potrebbe fare concorrenza.

Non solo la Panda. Nello stabilimento di Pomigliano dovrebbero partire anche le produzioni dell’Alfa Romeo Tonale, rinnovata a partire dal 2027. Non sono state date alcune notizie ufficiali in tal merito, ma i sindacati si aspettano anche in questo caso un aumento di produzione, sempre per alimentare il lavoro e l’occupazione nel tanto chiacchierato stabilimento campano.

Novità infine per quanto riguarda l’area di Cassino, dove verranno prodotti quattro modelli su piattaforma STLA Large, ovvero i due modelli di Alfa Romeo Stelvio e Giulia, la Maserati Grecale e una quarta vettura che potrebbe essere la nuova Jeep Cheerokee, ma si attendono conferme in tal senso.

Impostazioni privacy