Max Verstappen, errore gravissimo per lui: non era mai accaduto nella storia della F1

Incredibile errore per Max Verstappen: non era mai successo nella storia della Formula 1, tifosi increduli

Tutti possono sbagliare, anche i migliori. Lo sa bene Max Verstappen. Autentico dominatore della Formula 1 e pilota più rappresentativo di quest’epoca, Max ha rappresentato un unicuum nella storia della F1, ottenendo la sua prima vittoria a soli 18 anni.

Max Verstappen retroscena esame patente
Max Verstappen, non crederete a quello che è successo (Ansa) – Flopgear.it

Per evitare nuovi casi Verstappen, la FIA dal 2016 ha modificato il regolamento, di fatto inserendo oltre a un’età minima per poter arrivare nella classe regina anche  un’esperienza almeno biennale nelle categorie minori, iter che Verstappen, di fatto, ha saltato a piè pari.

Di punto in bianco il pilota olandese si è ritrovato proiettato a bordo di una Formula 1, con tutti i rischi del caso. Pensate che ha esordito in F1  senza nemmeno aver conseguito la patente di guida. Un’assurdità assoluta all’epoca permessa dal regolamento ma che ha destato non poco scalpore in quel periodo, rendendo tra l’altro anche più complicato del previsto per Max riuscire ad assolvere ai propri impegni.

Prendere la patente tradizionale, dopo essersi abituato a guidare una monoposto di Formula 1, fu infatti una vera impresa, come confessato non senza imbarazzo dallo stesso pilota olandese nei giorni scorsi.

Verstappen confessa i suoi errori: davvero da non credere

Guidare una vettura di Formula 1 è qualcosa di completamente diverso rispetto a una normale citycar. Si tratta di due attività che non hanno praticamente nulla in comune, se non il fatto di muoversi sull’asfalto guidando un mezzo di trasporto a quattro ruote.

Un conto è però sfrecciare a 300 all’ora in pista, un altro dover fare attenzione a mettere la freccia prima di svoltare o a guardare gli specchietti retrovisori quando si parcheggia. Ed è proprio a causa di questa enorme differenza che, paradossalmente, un pilota professionista come Verstappen ebbe non pochi problemi a conseguire la patente di guida anche dopo aver fatto il suo debutto in Formula 1.

Verstappen racconto esame patente di guida
Verstappen e il sofferto esame per conseguire la patente (Ansa) – Flopgear.it

Max riuscì in questa piccola ‘impresa’ nel settembre 2015, dopo aver già messo nel proprio curriculum 14 gran premi da pilota di Formula 1. Per poter superare l’esame pratico dovette però sudare le proverbiali ‘sette camicie’, come confessato dallo stesso fuoriclasse olandese in un’intervista al Sunday Times: “Feci due errori. L’esaminatore mi disse di andare a destra e io svoltai a sinistra. E poi non diedi la precedenza ai pedoni arrivati a un incrocio“.

Furono momenti di grande imbarazzo per Max che ha provato a giustificare la propria condotta arrivando anche a discutere con l’esaminatore. Quest’ultimo però si è dimostrato piuttosto magnanimo e, alla fine, decise di fargli comunque superare la prova e quindi di consegnargli la patente. Un bel sospiro di sollievo per Verstappen che oggi può lasciarsi andare a un’ammissione estremamente sincera: “Essere bocciato a quel punto sarebbe stato davvero imbarazzante“.

Impostazioni privacy