Warren Buffett in Tesla, l’annuncio di Elon Musk sul grande investitore

Tesla è sempre pronta a fare grandi movimenti all’interno del mercato automobilistico, e quanto emerso ultimamente ne è l’ennesima prova.

Tesla è un’azienda davvero straordinaria. Il brand in questione, di provenienza statunitense, ha realizzato imprese a dir poco speciali nel ventunesimo secolo. Da marchio quasi anonimo è diventato il brand più importante al mondo dal punto di vista della tecnologia elettrica e fra i più importanti nel campo della pura innovazione automobilistica.

elon musk tesla byd azioni warren buffet
Elon Musk (AnsaFoto) – Flopgear

Risultati, questi, conseguiti soprattutto grazie al CEO Elon Musk, che ha reso Tesla talmente grande da renderla praticamente senza rivali… O quasi. Già, perché effettivamente qualcuno in grado di insidiare tale società c’è stato ultimamente.

Parliamo di BYD, che grazie a un 2023 stellare si è avvicinata di molto alle produzioni di Tesla. Sarà per questo che Elon Musk ha deciso di puntare su Warren Buffett, grande investitore del produttore cinese?

Tesla, Musk ‘provoca’ Warren Buffett: è tutto vero, i dettagli

Con un tweet, di recente, Elon Musk si è riferito direttamente a Warren Buffett, grande azionista di BYD. Il fondo di cui è presidente si chiama Berkshire Hathaway, ed è davvero una realtà importante del mondo degli affari: ha da poco riunito l’assemblea annuale degli azionisti, dove è stata decisa una riduzione del 10% della quota Apple (la sua azienda detiene le azioni della mela morsicata fino a 135 miliardi di dollari). Ma cosa c’entra Musk? Beh, il numero uno di Tesla ha postato su X, twittando tali parole: “Dovrebbe prendere una posizione in Tesla. Si tratta di una mossa ovvia”.

elon musk tesla byd azioni warren buffet
Elon Musk, ennesima provocazione o c’è altro sotto? (flopgear.it – Ansa)

La Berkshire Hathaway ha acquisito una quota del 10% di BYD nel 2008, anche se Buffett resta ancora oggi molto scettico nei confronti di questo settore in continua evoluzione ed espansione. Forse si tratta di un messaggio sostanzialmente casuale da parte di Musk, o forse no. Ricordiamo che questo non è esattamente il migliore momento in assoluto della storia di Tesla, con tanti licenziamenti effettuati, una diminuzione delle consegne nei primi tre mesi del 2024 da considerare e la conseguente diminuzione del valore delle azioni.

Personaggi come Buffett potrebbero sfruttare questa specie di crisi per affiliarsi al brand statunitense, considerando il momento storico non di certo brillante. Soltanto il tempo potrà dirci concretamente se e come le cose cambieranno. Attualmente Buffett rimane legato a BYD finanziariamente parlando, questo è certo. Per il resto, è tutto da vedere come potrebbe evolversi la situazione da qui ai prossimi mesi. Impazza sempre di più la rivalità fra l’America e la Cina sull’elettrico.

Impostazioni privacy