Bollo auto, altro provvedimento estremo: succede se non lo paghi

Attenzione alla prossima rivoluzione che sarà in vigore per quanto riguarda il pagamento del bollo auto, con le conseguenze che sono gravi.

Tra le varie imposte che hanno spesso messo in crisi le tasche degli italiani vi è senza dubbio il bollo. Quest’ultima è di fatto la conferma verso lo Stato e la regione di appartenenza che si è proprietari di un veicolo, il che ha spesso fatto storcere il naso, con i costi che sono molto differenziati in base all’auto che si ha tra le mani.

Bollo auto provvedimento
Attenzione al bollo dell’auto (flopgear.it)

Coloro che devono pagare infatti la tassa più alta per quanto concerne il bollo sono coloro che posseggono le auto con potenza superiore ai 185 kWh. Questi dunque cadranno all’interno del Superbollo, con il costo che passerà così a 20 Euro per ogni kWh, il che sarà un duro colpo per coloro che hanno tra le mani vetture di lusso come Ferrari o Lamborghini.

Anche chi non ha però delle auto di lusso è costretto a pagare il bollo, anche se i costi iniziano a calare dopo 5 anni, con l’età dell’auto che ovviamente ne stabilisce anche il valore e dunque abbatte il prezzo delle imposte. Non pagare il bollo è problema non di poco conto e infatti ci sono delle nuove normative che mettono in crisi molti cittadini

Attenzione al bollo: cosa succede dopo 3 anni senza averlo pagato?

Ricordiamo come il bollo non sia considerato come uno di quei documenti che sono necessari per guidare un’auto. In caso di controllo a un posto di blocco da parte di Polizia o di Carabinieri, nessuno potrà effettuare un controllo su di esso e soprattutto nessuno vi potrà multare o fermare, cosa che invece accade in assenza di patente o assicurazione.

Bollo auto provvedimento dopo 3 anni
Bollo, cosa succede dopo tre anni? (flopgear.it)

Nonostante questo però c’è il problema legato al reiterato mancato pagamento del bollo da parte del singolo cittadino, con questo che nella maggior parte dei casi porta a delle multe. Nel caso in cui però, passati i tre anni di tempo e con il bollo in prescrizione, per la Regione scatterebbe l’opportunità di iscrivere a ruolo il cittadino moroso.

In questo modo giungerebbe a caso una cartella esattoriale e allora a quel punto, se anche questa non dovesse essere pagata, scatterebbe il rischio di fermo amministrativo. Solo in questo caso il bollo rischia di portare al blocco alla guida, il che comporterebbe non pochi danni La situazione peggiore avverrebbe con l’attuazione dell’Articolo 96 del Codice della Strada, il che porterebbe anche al ritiro delle targhe e della carta di circolazione, ma non si tratta di una Legge applicata d’ufficio.

Impostazioni privacy