Caso cavallino Ferrari, WWF: “Rimozione dal logo o sequestro delle vetture”

cavallino ferrari

Continua la battaglia del WWF contro il cavallino Ferrari: gli animalisti ne chiedono la rimozione immediata. Sequestro delle SF21 se non verrà rimosso? GP di Monaco a rischio per la Rossa

Dopo aver chiesto formalmente la rimozione dell’iconico cavallino Ferrari dal logo, il WWF prosegue incessante nella sua battaglia contro lo sfruttamento equino. In una nota diffusa qualche settimana fa, il WWF attaccava pesantemente la Ferrari, colpevole di maltrattamenti nei confronti del cavallo impiegato nel simbolo dell’azienda da oltre 90 anni.

Adesso, ecco la seconda puntata di questa vicenda spinosa che ha dell’incredibile. Ai piani alti di Maranello era stata presa in considerazione l’idea di rimuovere il Cavallino già per il GP di Spagna. Ma visti i tempi ristretti e l’impossibilità di trovare un altro animale per sostituirlo, la questione si è risolta in un nulla di fatto.


Partecipa al Fanta F1 e MotoGP sul nostro sito: è gratuito!
clicca qui per Fanta F1
o qui per Fanta MotoGP

Ma alla vigilia del GP del Principato, vetrina chic della Formula 1, il WWF torna all’attacco, minacciando il sequestro delle vetture. “Non possiamo più tollerare una situazione del genere proprio nella settimana del Gran Premio di Monaco. La Ferrari godrà di una enorme visibilità durante il fine settimana di gara, per cui anche il loro illegittimo logo continuerà imperterrito a frustrare i diritti del cavallo“, ha dichiarato Bati Notiman, presidente onorario di WWF.

Ma Notiman non è più disposto ad attendere le Scuderia, minacciando pesanti azioni: “Novant’anni a rampare, vi sembra tollerabile!? No ad ulteriori perdite di tempo. Ferrari rimuova il cavallino dalle monoposto da corsa immediatamente. In caso contrario, chiederemo alle autorità monegasche il sequestro delle vetture e l’esclusione della squadra da ogni competizione sportiva per violazione dei diritti degli animali“.


RACCOLTA FONDI SOLIDALE – Vuoi donare un Rolex ai bambini bisognosi di Montecarlo? Acquista una delle nostre t-shirt [CLICCA QUI]


Dichiarazioni forti che fanno tremare John Elkann e gli altri dirigenti della Ferrari. Intercettato telefonicamente dalla redazione di FlopNews24, il Presidente della Ferrari non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito. Fonti anonime interne alla Scuderia (Marco D., il più stretto collaboratore di Binotto, ndr) assicurano che ai piani alti sono certi di poter trovare una soluzione.

Una mediazione con il WWF sarebbe la soluzione auspicabile e anche quella più probabile, secondo quanto riportano i media inglesi. L’intesa potrebbe essere raggiunta con la sostituzione del celebre cavallino con un altro animale, probabilmente un altro quadrupede di specie diversa, per ragioni di alternanza.

Cavallino o no, la situazione è in evoluzione. Ma arrivati a questo punto, a ridosso dell’inizio del weekend di gara senza alcuna certezza, vedere le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz escluse dal GP di Monaco non sembra affatto un’ipotesi remota.

Segui Flop Gear sul tuo social preferito! Ci trovi su Facebook, Instagram, Twitter e Telegram

F1 | Monza, al via i lavori di restyling del layout del tracciato

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*