Courmayeur vuole vietare tutte le automobili, scelta folle del comune

La località alpina di Courmayeur, situata nella Valle d’Aosta, sta pianificando un grande cambiamento che potrebbe trasformare radicalmente il modo in cui residenti e turisti si muovono all’interno della zona.

L’idea è quella di dire addio alle automobili, introducendo un sistema innovativo di funivie per collegare le valli e le piste da sci.

Courmayer cosa succede?
Courmayer verso l’addio alle auto (FlopGear.it)

Questo progetto, denominato “Nuovo trasporto alpino”, mira a promuovere la sostenibilità ambientale riducendo l’impatto dei veicoli a motore sul paesaggio montano.

Addio alle auto a Courmayeur?

Il “Nuovo trasporto alpino” ha già ricevuto approvazioni importanti: dalla città di Courmayeur, dalla Regione Valle d’Aosta e dalla Cassa depositi e prestiti (Cdp). Quest’ultima svolgerà un ruolo cruciale offrendo servizi di assistenza e consulenza per valutare la fattibilità dell’iniziativa. Il progetto prevede l’implementazione di un sistema misto che utilizza telecabine e trasporto su rotaia per eliminare la necessità delle auto, collegando efficacemente Courmayeur con le aree circostanti.

Tra i piani specifici del progetto vi è lo sviluppo di una rete capillare che connette diversi punti chiave della regione: da Courmayeur alla funivia del Monte Bianco Skyway, passando per Dolonne, Planpincieux in Val Ferret fino a Zerotta in Val Vény. Questa infrastruttura permetterebbe non solo una riduzione significativa dell’uso delle automobili ma anche un accesso più diretto ed efficiente alle principali attrazioni turistiche e sportive della zona.

courmayer cosa cambia?
Cosa succede a Courmayer? (FlopGear.it)

L’accordo raggiunto sul “Nuovo trasporto alpino” segna un primo passo importante verso la realizzazione del progetto. Come evidenziato dal Corriere della Sera, questo rappresenta l’impegno del comune nel valutare attentamente una proposta che potrebbe rivoluzionare il concetto stesso di mobilità urbana a Courmayeur. L’obiettivo è quello di posizionarsi come una destinazione all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente, riducendo il traffico veicolare verso le valli e garantendo allo stesso tempo la sostenibilità finanziaria dell’iniziativa.

Accordo tra enti per il futuro della mobilità in montagna

L’intesa firmata presso la Skyway coinvolge attori chiave come la Regione Valle d’Aosta, Cassa depositi e prestiti e il Comune di Courmayeur. Quest’accordo riflette gli obiettivi delineati nel Documento di economia e finanza regionale (Defr) per il triennio 2024-2026: promuovere soluzioni differenziate nell’ambito degli impianti a fune che possano adattarsi ai cambiamenti ambientali, economici e sociali sotto l’insegna della sostenibilità. Inoltre, viene data particolare attenzione alla ricerca di soluzioni innovative ed estendibili ad altre realtà montane simili alla Valdigne.

In conclusione (senza paragrafo finale), questo ambizioso piano non solo rafforzerà l’attrattività turistica internazionale di Courmayeur ma segnerà anche un importante passo avanti nella tutela ambientale delle zone montane attraverso pratiche innovative ed eco-sostenibili.

Impostazioni privacy