Follia della legge anti emissione: un’utilitaria sportiva costa come una supercar

E’ possibile pagare una comune utilitaria tanto quanto una supercar? La risposta è affermativa ed è tutta colpa di una legge. Ecco quale.

Se avete il desiderio di regalarvi un’auto sportiva state attenti perché rischiate di pagarla carissima. Gli italiani lo sanno bene, quando si compra una vettura che supera i 185 kW, nuova o usata che sia, è necessario pagare il superbollo, quella tassa extra che si somma al comune bollo e legata alle emissioni inquinanti.

Tassa inquinamento in Francia
Tassa inquinamento, così una sportiva paga quanto una supercar (Canva) -Flopgear.it

Qualora poi il mezzo in questione superi i vent’anni d’età e sia certificato come di rilevanza storica,  questo otterrà una riduzione fino alla metà dell’importo da versare.

Legge anti-emissioni, così le utilitarie pagano come le macchine di lusso

Tutto sommato quindi lo Stivale se la cava più o meno con poco. Ebbene, ciò non si può dire per la Francia. Lì una normalissima Toyota GR Yaris deve pagare quanto una supercar. 

Per capire meglio di cosa stiamo parlando cominciamo a fornire alcuni dati. Il prezzo di partenza di questo modello è 46.300 euro. Ci riferiamo alla variante meno accessoriata, con cambio manuale a sei marce. In caso si abbia quello con trasmissione automatica ad otto rapporti la somma d’acquisto sale a 48.800 euro.

Alla luce della severa legge dedicata all’inquinamento prodotto dalle macchine a motore endotermico che vige oltre le Alpi, la versione basica dovrà aggiungere all’importo segnato altri 45.990 euro per raggiungere un totale di 92mila euro, mentre la seconda addirittura 60mila per toccare 108.800 euro. In pratica quanto portarsi a casa un bolide da ben altre prestazioni.

Ma vediamo nel dettaglio come funziona dai nostri cugini. Tutte le auto che emettono fino a 117 g/km non sono tenute a pagare alcunché, ma già se si raggiungono i 118 g/km  sono 50 euro in più. Per i mezzi che raggiungono o superano i 194 g/km si sfiorano i 60mila euro. Nell’esempio che abbiamo fatto, la Yaris con cambio manuale rilascia 190 g/km di polveri e quella automatica ben 210 g/km. Le stesse cifre spettano a vetture di lusso come la Lamborghini Revuelto o la Ferrari Roma, il cui prezzo di partenza è rispettivamente di 500mila e 200mila euro.

Interessante è il caso della F90 Stradale. Trattandosi di una plug-in hybrid da 1000 cv emesse solo 154 g/km di anidride carbonica, ne consegue che di tassa per l’inquinamento dovrà versare solamente 2.918 euro. Le brutte notizie non finiscono qua per chi vive in territorio transalpino. Infatti la normativa relativa alle emissioni nocive è stata di parecchio inasprita per l’inizio del nuovo anno.

Toyota Yaris GS tassa inquinamento francia
Per la Toyota Yaris GS maxi tassa anti-inquinamento (Toyota) -Flopgear.it

Se oggi la GR Yaris paga 45.990 euro, solo nell’annata scorsa doveva mettere sul piatto 14.881 euro, mentre nel 2022 appena 12.012. Quella più accessoriata anziché che oggi prevede un esborso di 60mila, si fermava a 31.063 euro nel 2023 26.247 nel 2022.

Chi si trova in Francia deve poi sapere un’altra cosa. Le autovetture a marchio Toyota sono particolarmente penalizzate. Per la GR86 si deve sempre e comunque il massimo importo, anche se si scegli il modello da 33.900 euro che prevede il cambio manuale. Questo perché il rilascio di CO2 eccede i 194 g/km, portando il costo del veicolo nel suo complesso a baciar ei 100mila euro. Lo stesso discorso vale per la Supra spinta da un 3.0 litri a sei cilindri.

Impostazioni privacy