Rimborso bollo auto, la decisione del Governo stupisce: come funziona

Si può ottenere il rimborso per il bollo auto? Ecco la decisione dell’Esecutivo che cambia tutto. La procedura da seguire.

Il bollo auto è una tassa sul possesso che non ci si può esimere dal versare. Chiunque disponga in un veicolo, auto o moto che sia, è chiamato a pagarlo ogni dodici mesi. In molti però, fanno fatica ad accettarlo ed infatti si tratta di un emolumento che registra una larga evasione.

Bollo auto, chi deve pagarlo
Bollo auto (flopgear.it)

Ma come si fa a capire quanto bisogna sborsare? Per prima cosa la cifra varia a seconda di variabili come il tipo di mezzo in questione o la classe di appartenenza, oltre che alla potenza in kW, segnalata sul libretto. Una volta raccolte tutte queste informazioni si arriva rapidamente a scoprire quanto si dovrà mettere sul piatto.

Bollo auto, come ottenere il rimborso

In Emilia Romagna si parte da 3 euro fino a 100 kW e si arriva a 4,50 euro ogni kW se si eccede i 100. Questo se si possiede una Euro 0. Se invece si ha una Euro 1 si dovranno tirare fuori 2,90 euro o 4,35 euro. Per le Euro 2 serviranno 2,80 euro o 4,20 euro. Per le Euro 3 2,70 euro o 4,05 euro e per le categorie successive 2,58 euro o 3,87 euro. Se si sta parlando di motocicli, fino a 11 kW si va da 26 euro, per incrementare la somma di 1,70 euro per ogni kW in eccesso se si ha un Euro 0, quindi 23 euro + 1,30 euro per gli Euro 1, 21 euro +1 euro e per gli Euro 3 e successivi 19,11 euro + 0,88 euro a kW extra.

Parlando invece di autobus, il versamento annuale è di 2,94 euro; per gli autoveicoli speciali di 0,43 euro, per i ciclomotori e i rimorchi speciali 19,11 euro e per le minicar 50 euro. Se si parla di quattro ruote a GPL, gas metano, idrogeno o elettriche andranno sborsati 2,58 euro ogni kW.

Vediamo ora brevemente come effettuare l’operazione matematica. In base ai kW si moltiplicano i kW nominali per l’importo base corrispondente.  Al contrario partendo dalla targa basta andare sul portale dell’ACI e indicare alcuni dati, ovvero se si tratta di un rinnovo o di una prima immatricolazione, piuttosto che di nuova immatricolazione, se si gode dell’esenzione o si tratta di riacquisto di possesso e se si sta usufruendo di una targa di prova. Successivamente va segnalato se è un integrazione per complessi spettante ai mezzi con rimorchio, di pagamento integrativo o anticipato. In ultimo si aggiunge la tipologia di veicolo e si clicca di “calcola”.

Bollo auto come ottenere il rimborso emilia romagna
Bollo auto, a chi chiedere il rimborso (Canva) – Flopgear.it

I metodi per mettersi in regola sono PagoPA o PagoBollo, che è il servizio online offerto dall’ACI. Eventualmente ci si può recare presso gli uffici dell’Automobile Club locale. Non è invece possibile sfruttare la domiciliazione.  Come sempre il versamento andrà effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza. Se il mezzo è nuovo entro il mese stesso purché non sia nell’arco degli ultimi dieci giorni.

E’ infine possibile ottenere un rimborso? La risposta è affermativa e può avvenire in caso di doppio pagamento, di pagamento in eccesso o non dovuto. Per ottenere indietro l’importo, che dovrà essere comunque superiore a 10,33 euro, andrà compilato un modulo e inviato alla Direzione Generale Politiche Finanziarie della Regione Emilia Romagna, piuttosto che via PEC o consegnato agli sportelli ACI.  Ricordarsi di allegare anche copia del libretto ed eventualmente la ricevuta del versamento sbagliato e di quello giusto, o l’atto che certifica i motivi dell’errato pagamento.

Impostazioni privacy