Terremoto in Formula 1, chieste subito le dimissioni: è davvero nei guai

La Formula 1 è sotto shock per quanto sta avvenendo con Christian Horner, boss della Red Bull. Ecco la situazione.

Mancano un paio di settimane al via dei test di Sakhir, che ci permetteranno di vedere le nuove auto di Formula 1 insieme in pisa per la prima volta. La Ferrari svelerà la vettura il 13 di febbraio, con Mercedes e Red Bull che lo faranno nei due giorni seguenti. Non ci sono dubbi sul fatto che l’inverno che è ancora in corso abbia riservato un gran quantitativo di emozioni agli appassionati, sconvolgendo gli equilibri del paddock.

Formula 1 disastro in Red Bull
Formula 1 con Max Verstappen in azione (ANSA) – FlopGear.it

Prima c’è stata l’indagine della FIA su Toto Wolff, poi la cacciata di Gunther Steiner dalla Haas, sino ad arrivare all’approdo di Lewis Hamilton in Ferrari. Nelle ultime ore, la Formula 1 è stata scossa da uno scandalo scoppiato in Red Bull, dove il grande boss sta seriamente rischiando il posto. Andiamo a vedere cosa sta accadendo.

Formula 1, scoppia il caos alla Red Bull

La Formula 1 sta regalando una serie di colpi di scena a raffica, ed ora è arrivato un vero e proprio terremoto sulla Red Bull. Stando a quanto riportato da “Motorsport-Total.com“, l’azienda avrebbe messo sotto inchiesta Christian Horner, il team principal della squadra campione del mondo, colpevole di aver inviato alcune foto a luci rosse ad una propria dipendente, che avrebbe, in seguito, operato una denuncia ai danni del manager britannico.

Christian Horner rischia il posto
Christian Horner team principal della Red Bull (ANSA) – FlopGear.it

La stampa ha poi portato alla luce altri dettagli, e pare che la Red Bull abbia tra le mani un dossier che andrebbe ad incastrare il proprio boss del team di Formula 1. Secondo quanto riportato sul “De Telegraaf“, giornale da sempre molto vicino a Max Verstappen e, di conseguenza, alla Red Bull, pare che Horner avrebbe le ore contate, e che sarebbe pronto alle dimissioni, o ad una cacciata volontaria.

Secondo quanto emerso su alcuni media, Horner si sarebbe addirittura già dimesso, con Jonathan Wheatley pronto a prenderne il posto. Stiamo parlando di colui che, ormai da tantissimi anni, occupa il ruolo di direttore sportivo, decisivo in tante battaglie politiche al fianco di Horner, reputato l’uomo giusto per andare a prendere il posto di uno dei manager più vincenti della storia di questo sport.

Di certo, questa notizia farà tanto rumore, anche perché sul giornale appena citato, si parla del fatto che Horner possa essere vittima di una guerra di potere. Essa si è scatentata a partire dall’ottobre del 2022, quando venne a mancare il fondatore della Red Bull, vale a dire il grande Dietrich Mateschitz, che riusciva a tenere tutti ordinati ed al loro posto, ma dopo la sua scomparsa tutto è cambiato.

Horner, secondo le indiscrezioni, aveva spinto per l’allontanamento dal team di Helmut Marko, che era uno stretto amico di Mateschitz, e poi tutto è cambiato. Potrebbe esserci proprio lo stesso Marko dietro a questo assurdo caso, e non certo delle foto osé che sono state inviate ad una dipendente. In questo momento, è impossibile dire chi abbia torto o ragione, e nelle prossime ore potremmo saperne di più.

Impostazioni privacy