Le migliori 5 vetture di Formula 1 che non hanno vinto il mondiale

Fonte: formulapassion.it

Migliori vetture Formula 1
La Formula 1 non è solo la storia di cicli vincenti e monoposto leggendarie, ma anche, e soprattutto, ottimi progetti che, per un motivo o per l’altro, non hanno mai raggiunto la gloria.

Migliori vetture formula 1
Belle e veloci ma sfortunate. Sono monoposto che, pur non essendo riuscite a trionfare nel campionato del mondo sono entrate nel cuore degli appassionati e anche nelle statistiche, avendo conquistato podi e vittorie da ricordare.

5. Ferrari SF71-H (2018)

migliori vetture formula 1
Fonte: formulapassion.it

Una vettura che solo a vederla, genera nei ferraristi un turbine di emozioni. In grado di regalare ai tifosi gioie e dolori, la SF71-H era un buon compromesso tra velocità di punta e agilità in curva. Sicuramente è stata la monoposto che più ha messo in difficoltà la Merce­des negli ultimi anni.
La Ferrari del 2018 parte a razzo vincendo, con Vettel, le prime due gare stagionali. A fine anno, le vittorie saranno 6. Buon numero, ma non sufficiente a battere le frecce d’argento, perché nella seconda parte di stagione, alcuni errori da parte di Sebastian Vettel e del team ed ulteriori aggiornamenti (tra cui i tanto discussi mozzi forati) sulle W­09 di Hamilton e Bottas, consegnano, per la quarta volta consecutiva, i due mondiali (costruttori e piloti) al team di Brackley.

­4. McLaren MP4-17D (2003)

migliori vetture formula 1

Dopo un 2002 dominato dalla Fe­rrari, la McLaren decide di rivoluzionare completamente la vettura costruendo la MP4-18. Questa nuova costruzione viene però momentaneamente abbandonata, in quanto non supera alcuni crash test. Il team inglese decide così di ripiegare su un’evoluzione della vettura dell’anno precedente, la M­P4-17, ottenendo 2 vittorie, tanti podi ed il secondo posto nella classifica piloti, con Kimi Raikkonen, classificatosi 2° con soli due punti di ritardo dal campione Michael Schumacher. In classifica costruttori invece, per via dei troppi ritiri, soprattutto da parte di David Coulthard, si classifica terza dietro ad una grande Williams BMW.

 

3. BRM 1963/64/65

Probabilmente in molti non la conosceranno nemmeno, ma la BRM (British Racing Motors) vinse due mondiali, nel ’62 ,che rimarranno gli unici nella storia di questa scuderia, La scuderia britannica costruì, tra il 1963 e il 1965, tre monoposto, una lo sviluppo dell’altra, in grado di vincere 7 gare ma non in grado di scalare i vertici in entrambe le classifiche iridate. Quei mondiali infatti, furono vinti dalla Lotus di Jim Clark e dalla Ferrari di John Surtees.
Questa storica scuderia non sarà più in grado di ritornare alla vittoria di un mondiale, scomparendo definitivamente alcuni anni dopo, nel 1977.

2.  Williams BMW FW25 (2003)

migliori vetture formula 1

Un’altra vettura del 2003 prende parte a questa speciale classifica. È senza dubbio la migliore Williams costruita dall’avvento degli anni 2000. Con Ralf Schumacher e Juan Pablo Montoya, la FW25 ottiene ben 4 vittorie e svariati podi, grazie anche alla spinta dei potenti propulsori BMW.
Nonostante ciò, le prestazioni altalenanti dei due piloti ed una Ferrari ancora troppo forte, soprattutto con Schumacher, non riesce a compiere l’ultimo importante step e a portare a casa quantomeno il mondiale costruttori. Rimane comunque una delle macchine più amate ed apprezzate dagli appassionati, e magari, guardando i risultati di oggi, farà sopraggiungere un po’ di nostalgia ai tifosi Williams.

Come ricevere gli autografi dei piloti di Formula 1 gratuitamente

1. Ferrari 156/85 (1985)

migliori vetture formula 1

E qui ci sarebbe da raccontare una storia a parte. Al termine di questa travagliata stagione Enzo Fe­rrari dichiara: “A Michele (Alboreto, ndr) dobbiamo un mondiale“. Un mondiale tiratissimo, quello del 1985, con protagonisti proprio Michele Alboreto ed Alain Prost (su McLaren) che a suon di vittorie si giocano la testa della classifica. Tutto molto equilibrato fino a che, nel momento cruciale, Enzo Ferrari decide di ordinare nuove componenti per il motore. Questa scelta si rivelerà fatale per il team di Maranello ed i sogni di gloria del pilota italiano, perché Michele Alboreto nelle restanti 5 gare raccoglierà 0 punti iridati e 4 ritiri per problemi di affidabilità, regalando, di fatto, il mondiale al pilota francese ed alla McLaren.

Segui Flop Gear sul tuo social preferito! Ci trovi su Facebook, Instagram, Twitter e Telegram

Trussardi F1: storia di un debutto mancato clamorosamente

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*