Suv italiano con il cuore giapponese: che successo, qualità top al giusto prezzo

Italia e Giappone sono da sempre due delle nazioni che hanno puntato maggiormente sulle auto e il binomio ha spesso funzionato.

In questi ultimi anni, il mondo dell’industria automobilistica mondiale ha subito una serie incredibile di innovazioni. Sono sempre di più i marchi di alto livello che hanno cercato di legarsi tra di loro in modo tale da poter abbattere i costi di produzione e cercare di contrastare così l’inflazione sempre più galoppante.

SUV Italia Giappone Cirelli 3 Cina novità occasione
SUV tra Italia e Giappone (Canva – flopgear.it)

Per questo motivo l’intento è quello di avvicinare realtà diverse, con Italia e Giappone che hanno sempre mantenuto ottimi rapporti. Non è un caso infatti che il Governo stia cercando di trattare con la Toyota affinché questo marchio giunga nel Belpaese per provare a progettare delle nuove vetture.

Intanto però non sono solo Italia e Giappone a essere in crescita nel mondo automobilistico, ma c’è anche la Cina. Questa nazione infatti è diventata ormai di punta e sempre più nota nell’ambiente grazie a una serie di veicoli, prettamente elettrici. Unendo tutte e tre queste realtà si ha però modo di dare vita a un SUV eccezionale con un prezzo favoloso.

Cirelli 3: tra Italia, Giappone e Cina a un prezzo pazzesco

Quando si dice che si devono abbattere i confini e le barriere, di certo non si può non pensare alla Cirelli. Un marchio che sta crescendo moltissimo nell’ultimo periodo, con questa casa che da qualche anno sta portando le varie vetture cinesi in Italia, cambiandone il nome, come avvenuto per la Cirelli 3.

SUV Italia Giappone Cirelli 3 Cina novità occasione
Cirelli 3 (Cirelli Press Media – flopgear.it)

In origine infatti si basa sulla SWM G01, con questo SUV che si presenta con una lunghezza di 467 cm, una larghezza di 186 cm e un’altezza di 174 cm, il che la rende omologata per cinque persone. Internamente monta un motore di derivazione Mitsubishi, il che dunque le permette di aggiungere quella componente di assoluta affidabilità giapponese che aiuterà a convincere i clienti.

Si tratta di un 4 cilindri da 1500 di cilindrata che ha modo di erogare un massimo di 133 cavalli, con i suoi consumi che sono di 9,3 litri ogni 100 km. Vi è anche la variante a GPL, con la potenza che rimane invariata. Ciò che cambia leggermente è il prezzo, dato che la versione unicamente a benzina parte da un valore di mercato di 30.200 Euro, mentre nel secondo caso siamo di fronte a un veicolo che si stanzia sui 32.200 Euro. Un’auto dunque che cerca di avvicinarsi a vari stili.

Impostazioni privacy