MotoGP, nuovo addio in casa Ducati: correrà con la Yamaha

Per la Ducati arriva una notizia non certo positiva, che fa seguito ai tanti annunci di questi giorni. Ecco i dettagli.

Per la MotoGP c’è quasi un mese di sosta a separare le tappe del Mugello e quella di Assen, dove si terrà il Gran Premio d’Olanda il prossimo 30 di giugno. Nei giorni scorsi, tuttavia, il mercato ha avuto una grande svolta, con la Ducati che ha annunciato Marc Marquez come nuovo pilota factory, pronto a fare coppia fissa con Pecco Bagnaia sulla Rossa ufficiale a partire dal 2025, andando a comporre la line-up più forte di tutta la griglia.

Ducati Yamaha addio MotoGP
Ducati Yamaha con Pecco Bagnaia ed Alex Rins in azione (ANSA) – FlopGear.it

Luigi Dall’Igna è stato chiaro in questi giorni, parlando di scelta difficile, che porta a rinunciare a due grandi talenti come Jorge Martin ed Enea Bastianini, ma ha spiegato come questa decisione sia stata dettata dalla ricerca della massima competitività del team. La Ducati ora ha davvero tutto per estendere il proprio dominio, che dura già da diverse stagioni. Per la casa di Borgo Panigale c’è anche una brutta notizia all’orizzonte, con un addio che è sempre più concreto.

Ducati, Pramac può legarsi alla Yamaha

Il team Pramac è da sempre la squadra satellite di punta della Ducati, che mette a disposizione degli uomini di Paolo Campinoti le moto ufficiali e tutto il supporto di cui c’è bisogno. Questa squadra ha vinto il titolo riservato ai team lo scorso anno, con Jorge Martin che ha sfiorato anche il sogno di diventare campione del mondo piloti, ed è attualmente in testa alla classifica.

Ducati Pramac va in Yamaha parole Dall'Igna
Ducati Pramac con Jorge Martin in azione al Mugello (ANSA) – FlopGear.it

Alla fine del 2024, il contratto tra Pramac e Ducati andrà in scadenza, e secondo quanto dichiarato da Luigi Dall’Igna ai microfoni di “SKY Sport MotoGP“, il rischio di rottura è concreto, con il mancato arrivo di Marc Marquez che è stata la goccia che può far traboccare il vaso: “Per quello che ne so io, il rischio di separarci da Pramac è reale, e per noi sarebbe un grande dispiacere. Pramac e Campinoti sono con noi da molto tempo e sono parte del nostro successo. Il problema sussiste“.

A meno di colpi di scena dell’ultima ora, in caso di addio alla Ducati, la Pramac andrebbe a legarsi alla Yamaha, attualmente l’unico costruttore che non ha squadre satelliti. Probabilmente, prima del ritorno in pista in Olanda di fine mese la situazione verrà chiarita, e scopriremo quale sarà il destino del team.

Impostazioni privacy