“Papà, da grande voglio essere come Vanzini”. Dodicenne affidato ai servizi sociali

Una storia che ha scosso l’intera comunità di San Giorgio Val di Qua, piccolo comune di 180mila abitati a circa 16mila chilometri da San Pietroburgo.

Marco, nome di fantasia, ha 12 anni, frequenta la scuola secondaria di primo grado e conduce una vita normale, prima che i genitori fossero allertati dagli strani comportamenti del bimbo. Prima una frase: “Papà, da grande voglio essere come Vanzini“, poi comportamenti e affermazioni sempre più allarmanti, come le urla “IL PREDESTINATOOOO VINCE IL GRAN PREMIO D’ITALIA! A CASA NOSTRA!” durante un tranquillo pranzo di famiglia.
Inevitabile l’intervento dei servizi sociali, che adesso dovranno stabilire quale sarà il destino del bambino.


Segui Flop Gear sul tuo social preferito! Ci trovi su Facebook, Instagram, Twitter e Telegram

Ferrari nuovamente sul podio di ogni GP ma come spumante

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*